martedì 23 febbraio 2010

UNA GODURIOSA CREMOSITA'




Se qualcuno ha voglia di coccolarsi un pochino e impazzisce per i dolci cremosi, direi che non può rinunciare a questa prelibatezza. Sempre dal libro "Tiramisù e chantilly" con qualche piccola modifica.
Si tratta di una coppa di "PROFITEROLES TIRAMISU' " composta da bignè ripieni di crema al caffè e ricoperti da una crema al mascarpone con una bella spolverata di cacao.
Prepariamo la crema al caffè, ci servirà:

50 g di caffè espresso
1 cucchiaino di caffè solubile
6 g di colla di pesce
500 g di panna da montare
250 g di crema pasticcera

Per prima cosa mettiamo a bagno la colla di pesce, prepariamo il caffè e poi prepariamo la crema pasticcera che trovate nella sezione creme. Facciamo sciogliere il caffè solubile nel caffè normale ed aggiungiamo anche la colla di pesce, amalgamiamo quindi alla crema pasticcera, montiamo la panna e uniamo delicatamente le due preparazioni. Procediamo con la crema al mascarpone:

250 g di panna leggermente sbattuta
250 g di mascarpone
150 g di crema pasticcera

Per preparare questa crema basta solamente amalgamare delicatamente i tre ingredienti.

A queto punto non ci rimane altro da fare che preparare i bignè, prepariamo ciò che ci serve:

190 g di uova
110 g di acqua
100 g di burro
100 g di farina
sale

Portiamo a bollore l'acqua con il burro ed il sale, uniamo poi tutta la farina e lasciamo sul fuoco mescolando fino a quando il composto non rimarrà più attaccato alle pareti della casseruola, trasferiamo poi il composto nella planetaria e facciamolo raffreddare mescolando per un paio di minuti, uniamo poi un po' alla volta le uova.
Con una siringa modelliamo i bignè sulla placca del forno imburrata. Nel frattempo avremo scaldato il forno a 220°, inforniamo quindi per 18 minuti circa, qui bisogna andare un po' a occhio perchè dipende dal forno, comunque dovranno essere leggermente dorati.
Quando si saranno raffreddati li riempiamo con la crema al caffè, li tuffiamo quindi nella crema al mascarpone e componiamo il nostro profiteroles come più ci piace. Al termine una bella pioggia di cacao.
Ecco a voi, leggendola ci si spaventa un po' perchè sembra eccessivamente laboriosa, invece secondo quando la si prova non è così "tremenda" come sembra, con un po' di organizzazione e scorre via che è un piacere . . . . . . ne vale comunque la pena!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento