mercoledì 12 novembre 2014

CROOSTATA BROWNIES


.... da un'idea di Luca Montersino .... 
ecco la mia 

Crostata Brownies












per la pasta frolla

200 g di farina per crostate e biscotti
65 g di burro
50 g di zucchero a velo
45 g di uova
2 cucchiaini di lievito chimico
la scorza di mezzo limone
un pizzico di sale

per il brownies

135 g di uova
75 g di cioccolato fondente
70 g di burro
70 g di zucchero bruno
80 g di noci
25 g di farina per torte

150 g di marmellata di arance


Per prima cosa prepariamo la pasta frolla:  montiamo il burro assieme allo zucchero al sale ed alla scorza, uniamo quindi le uova e dopo un paio di minuti la farina assieme al lievito.
Quando la pasta avrà una consistenza morbida e liscia avvolgiamo nella pellicola e facciamo riposare in frigo per un'ora almeno, meglio ancora una notte.

Per il brownies: sbattiamo leggermente le uova assieme allo zucchero, facciamo fondere assieme il burro ed il cioccolato ed uniamolo al composto di uova, per ultime farina e noci .

Prendiamo la frolla e dopo averla lavorata leggermente stendiamola dello spessore di mezzo centimetro circa, mettiamola nella teglia (imburrata ed infarinata), bucherelliamola e stendiamo uno strato di marmellata. A questo punto versiamo sopra il brownies, se vogliamo possiamo aggiungere delle gocce di cioccolato, ed inforniamo a 180° per 20 minuti circa.






Prima di servire decoriamo con noci, fette d'arancia e riccioli di cioccolato gianduia.

Buon appetito ...... 


venerdì 31 ottobre 2014

HAPPY HALLOWEEN










Frolle di halloween

zucche .. ragnetti .. pipistrelli

Anche oggi dolcetti per i miei bimbi .... biscottini che suonano!!!

Prepariamo la pasta frolla:



100 g di burro morbido
80 g di zucchero a velo
1 uovo
300 g di farina
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito in polvere
2 cucchiaini di scorza di limone grattuggiata


Montiamo bene il burro con lo zucchero, poi aggiungiamo l'uovo e quando sarà ben amalgamato aggiungiamo un po' alla volta la farina con il lievito, la scorza ed il pizzico di sale. Avvolgiamo nella pellicola e lasciamo raffreddare in frigo per un'oretta almeno (meglio per una notte).
Quando sarà trascorso il tempo di raffreddamento prendiamo la frolla e lavoriamola un po' in modo che si ammorbidisca, quindi tiriamola dello spessore di 5 mm circa e formiamo. Inforniamo a 180° per 15 minuti circa, appena iniziano a prendere colore sforniamo e lasciamo raffreddare. Se volete fare le scatoline dovete fare un po' di biscotti con un buco al centro. Quando saranno freddi uniteli, sotto uno intero ed al centro uno con il buco, riempiteli quindi con un po' di confettini di cioccolato e chiudeteli. Solitamente quando faccio biscotti di questo genere uso il cioccolato, fondente o bianco con un po' di colorante, questa volta invece ho provato delle glasse aromatizzate in confetti solo da sciogliere, però non tenevano bene e molte ho dovuto risigillarle con il cioccolato.





... e poi se ne avanza un po' sbizzarriamoci con la fantasia ... 











martedì 28 ottobre 2014

I MIEI LAVORETTI



Oggi niente ricettina ... vi faccio vedere alcuni dei lavori che mi piace realizzare negli ultimi tempi .... 

.... buona notte ...









lunedì 27 ottobre 2014

PANDOLCE ZUCCA E UVETTA


Pandolce alla zucca ed uvetta






375 g di farina per pane
375 g di farina di zucca
300 g di latte
25 g di lievito di birra
35 g di miele
100 g di zucchero
90 g di tuorli
70 g di uova
120 g di burro morbido
15 g di sale

200 g di uvetta

Come vi avevo già scritto altre volte (almeno credo!!!) da qualche anno vado a prendere la farina in un mulino non molto distante da dove abito e la scorsa settimana ho provato a prendere questa farina che si chiama "zuccotto", una farina di zucca, ed ho provato a fare questi paninetti.

Facciamo sciogliere il lievito nel latte tiepido assieme al miele. Mettiamo nella ciotola dell'impastatrice le farine assieme allo zucchero, avviamo l'impastatrice  e uniamo a filo il latte con il lievito ben sciolto, dopo qualche istante uniamo un po' alla volta tuorli assieme alle uova e lasciamo andare fino a quando l'impazzo sarà liscio, infine aggiungiamo il burro morbido ed il sale.
Quando l'impasto risulterà bello liscio uniamo l'uvetta precedentemente ammorbidita in acqua.

Lasciamo riposare per un'ora circa, poi dividiamo l'impasto in tante palline, o formiamo come preferiamo, e lasciamo lievitare un'altra ora o fino al raddoppio.
Io le ho messe un po' in uno stampo da plum-cake ed un po' in uno da ciambella.


A questo punto possiamo spennellare con un po' di albume e spolverizzare con dello zucchero semolato ed infornare a 180° per una ventina di minuti ... prova stecchino ... sforniamo e lasciamo raffreddare su una gratella !!! 
Il risultato è stato gradito ... i paninetti sono rimasti belli morbidi anche il giorno successivo, la prossima volta proverò a fare le proporzioni in modo diverso in modo da avere un maggior sapore di zucca!!!!
Buon appetito!!!


venerdì 24 ottobre 2014

PICCOLE TORTINE ALLE MELE


Piccole tortine alle mele







Ci sono eh!!!! Sono stata latitante per un bel po' ..... ogni giorno mi ripromettevo di scrivere ma non so come il tempo vola via talmente veloce .... durante l'estate poi con i bimbi a casa ovviamente c'e più da fare ... così eccomi qua  a proporvi queste tortine che qualche giorno fa ho preparato per portare alla scuola dell'infanzia di Valentino dove le sue bravissime maestre stanno facendo un bellissimo progetto sulla frutta e la verdura. Ora appunto stanno parlando delle mele!!!

Per 45 tortine circa

300 g di farina per torte
100 g di zucchero
25 g di burro
1 bustina di lievito chimico
150 g di latte
150 g di latte
i semi di mezza bacca di vaniglia
un pizzico di sale
la scorza di mezzo limone non trattato
cannella

3 mele royal gala rosse

Per prima cosa prepariamo le mele: laviamole bene, togliamo il torsolo e poi tagliamo a fettine sottili.

Mettiamo un po' d'acqua assieme ad un paio di cucchiai di zucchero in un tegame (io ho fatto a occhio, l'importante è che le fettine di mela siano tutte coperte), accendiamo il gas e lasciamo sobbollire fino a quando lo zucchero sarà sciolto, poi immergiamo un po' di fettine alla volta per un paio di minuti, devono solamente ammorbidirsi,  e scoliamole quindi su carta assorbente.
 Teniamo da parte e prepariamo quindi l'impasto.

Mettiamo nella ciotola dell'impastatrice (oppure in una semplice terrina ) la farina assieme allo zucchero, al lievito ed ai semi di vaniglia, amalgamiamo un po' e quindi uniamo il latte, le uova, la scorza grattugiata del limone, il sale e ed il burro fatto precedentemente fondere. 
Amalgamiamo bene fino ad ottenere un impasto omogeneo.




A questo punto prendiamo lo stampo (io quello da minimuffin) e dopo aver imburrato ed infarinato mettiamo circa un cucchiaio di impasto per ogni tortina, poi decoriamo con le fettine di mela che saranno morbide. Spolverizziamo con un po' di zucchero e un po' di cannella (se volete potete metterne un po' anche nell'impasto) ed inforniamo a 180°,  forno già caldo, per poco più di 10 minuti, come al solito .... prova stecchino!!!

Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella, volendo prima di servire si può dare ancora una spolverizzata di zucchero a velo e cannella. Sono rimaste morbide anche il giorno successivo!!

.... non vi prometto niente ma proverò a rimettermi d'impegno ...
... a presto...





martedì 20 maggio 2014

TARTELLETTE AL MANGO E COCCO

Tartellette al mango e cocco






La ricetta originale di queste bellissime e buonissime tartellette è di Luca Montersino, qui vi lascio le quantità che usato io con delle piccole modifiche ... 


Per la crema al mango:

150 g di latte
60 g di zucchero
50 g di uova
10 g di miele
20 g di amido di riso
1,5 g di agar agar
350 g di mango in purea
10 g di burro


Per la frolla al cocco:

100 g di burro
250 g di farina per biscotti
100 g di zucchero a velo
65 g di tuorli
50 g farina di cocco  

100 g di cioccolato bianco
farina di cocco

Prepariamo la frolla, mettiamo nella planetaria la farina assieme al cocco ed allo zucchero a velo, uniamo il burro a pezzi ed impastiamo per alcuni minuti. A questo punto versiamo anche i tuorli, quando il composto sarà bello omogeneo avvolgiamo nella pellicola e facciamo riposare in frigo, l'ideale sarebbe usarla il giorno successivo.

Iniziamo quindi a preparare la crema; montiamo le uova assieme allo zucchero ed al miele, (nel frattempo portiamo a bollore il latte) uniamo quindi l'amido di riso assieme all'agar agar, versiamo sopra alla montata il latte bollente e dopo aver amalgamato bene rimettiamo sul fuoco per far addensare. fuori dal fuoco uniamo il burro e la purea di mango in due o tre volte. Lasciamo raffreddare e mettiamo in frigo.

 Togliamo la frolla dal frigo e lavoriamola un po' per renderla malleabile,  prepariamo le tartellette e cuciniamole per un quarto d'ora circa a 180°. 

Facciamo fondere il cioccolato bianco, immergiamo i bordi delle tartellette e passiamole poi nel cocco. 

Prendiamo la crema al mango dal frigo e con l'aiuto di una sacca da pasticceria riempiamo le tartellette.

Per finire abbiamo la possibilità di scegliere come terminare le tartellette, con una gelèe di frutta, con un aspical moscato o con della frutta fresca e perché no anche servirle così come sono!



giovedì 15 maggio 2014

PASTA FROLLA AL COCCO


Frolla croccante al cocco


Ecco qua una buona base di frolla per crostate e tartellette, e ..... perché no .... anche anche per dei gustosi biscotti, la ricetta l'ho tratta da uno dei libri di Montersino.







500 g di farina per biscotti
100 g di cocco disidratato
230 g di burro
 250 di zucchero a velo
130 g di tuorli


Mettiamo nella ciotola della planetaria (o in un contenitore capiente se non avete la planetaria) la farina assieme al cocco ed allo zucchero a velo ed avviamo, uniamo quindi il burro a pezzi e continuiamo a lavorare fino ad ottenere un impasto sabbioso. A questo punto possiamo unire i tuorli continuando a lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo. Avvolgiamo nella pellicola e facciamo riposare in frigo; la cosa migliore sarebbe farla il giorno prima ed al momento dell'utilizzo, dopo averla tolta dal frigo, lavorarla per renderla di nuovo plastica.

Ora non vi resta che utilizzarla come preferite.