mercoledì 12 marzo 2014

STRAWBERRY MINI CAKE


Strawberry mini cake
.... le prime gustose e profumatissime fragole ....








200 g di fragole
100 g di burro morbido
80 g di zucchero
42 g di tuorli
70 g di albumi
10 g di zucchero
65 g di latte
200 g di farina per torte
8 g di lievito chimico
semi di vaniglia

Montiamo il burro con 80 g di zucchero, dopo qualche istante uniamo i tuorli e la vaniglia; quando avremo una crema bella liscia uniamo qualche cucchiaio di farina ed in seguito il latte a filo.
A questo punto uniamo amalgamando delicatamente gli albumi (montati a neve con i restanti 10 g di zucchero) alternandoli con la farina ed il lievito setacciati assieme.

Laviamo bene le fragole e tagliamole e fettine.

Mettiamo negli stampini da plum-cake l' impasto , uniamo le fragole e facciamole sprofondare leggermente, spolverizziamo con un po' di zucchero ed inforniamo a 180° per 20 minuti circa, facciamo sempre la prova stecchino perché dipende molto dalla grandezza dei cake!!!!!


lunedì 3 marzo 2014

RICCIOLI DI CARNEVALE

Riccioli di carnevale







750 g circa di farina per pane
80 g di burro
360 g di latte
2 uova
30 g di lievito di birra
un pizzico di sale

la scorza grattugiata di 5 arance e 5 limoni
 non trattati
18 cucchiai di zucchero circa

Per prima cosa facciamo sciogliere il lievito nel latte tiepido, prepariamo quindi la farina setacciata nella ciotola dell'impastatrice e uniamo al centro il latte, avviamo e quando si darà amalgamata un po' uniamo le uova una alla volta, quindi un pizzico di sale, impastiamo ancora ed uniamo infine il burro molto morbido. Quando l'impasto risulterà bello omogeneo chiudiamolo ermeticamente e lasciamo riposare un'oretta.



Nel frattempo prepariamo le scorze grattugiate amalgamate assieme allo zucchero, qui io sinceramente vado sempre un po' a occhio!
Quando sarà ora spendiamo la pasta (in più volte) dello spessore di mezzo centimetro circa, cospargiamo di scorze e zucchero ed arrotoliamo ben stretto, tagliamo quindi a rondelle.



Ora non ci rimane altro da fare che friggere in abbondante olio di arachide o di strutto, far asciugare velocemente su carta assorbente e cospargere di zucchero. Non lasciatele troppo tempo sulla carta da cucina altrimenti lo zucchero, che si sarà caramellato friggendo, raffreddandosi farà in modo che i riccioli rimangano attaccati alla carta.
Bene ... non vi rimane che provare!!!!







martedì 11 febbraio 2014

... che facciamo oggi con mele uova e mascarpone ...



E' già da qualche giorno che ho delle cose in frigo ed i giorni passano, non voglio farle "invecchiare" troppo così oggi ho deciso di fare questo esperimento .... 

Torta di mele con mascarpone e cannella









200 g di uova
160 g di zucchero semolato
300 g di farina per torte
200 g di mascarpone
500 g di mele renette già pelate e pulite
1 bustina di lievito
cannella e zucchero 
i semi di mezza bacca di vaniglia

Iniziamo montando le uova  con lo zucchero ed i semi della vaniglia, dopo una decina di minuti iniziamo ad aggiungere un cucchiaio alla volta il mascarpone.  Incorporiamo ora la farina setacciata assieme al lievito ed alla cannella. A questo punto uniamo anche  metà circa delle mele grattugiate grossolanamente.  Versiamo quindi il composto in una tortiera o in uno stampo da plum-cake, decoriamo la superficie con le restanti mele tagliate a fettine. Spolverizziamo quindi con dello zucchero e della cannella ed inforniamo a 180° per 30/40', finché la superficie della torta risulterà bella dorata.

mercoledì 15 gennaio 2014

FRESCHEZZA ESTIVA

Freschezza estiva




Per la panna cotta al tonno:

560 g di panna fresca
200 g di burro
320 g di tonno
12 g di colla di pesce
20 g di Martini
sale e pepe

Mettiamo la panna assieme al burro ed al tonno in una casseruola sul fuoco, portiamo a 85°, poi fuori dal fuoco frulliamolo con un mixer ad immersione, uniamo il Martini quindi regoliamo di sale  e pepe. A questo punto possiamo aggiungere la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda, una volta amalgamato bene il tutto possiamo versare negli stampini. Mettiamo in congelatore.

Per la gelèe al pomodoro:
900 g di pomodori
18 g di colla di pesce
3 g di agar agar
45 g di olio
origano
sale
pepe

Dopo aver spelato i pomodori tagliamoli a spicchi ed eliminiamo i semini, frulliamo la polpa assieme a sale  e pepe, uniamo quindi l'origano. Mettiamo sul fuoco ed uniamo la colla di pesce precedentemente ammollata e l'agar agar. Mettiamo quindi negli stampini a mezza sfera. Congeliamo.

800 g di frolla salata

Stendiamo la pasta frolla salata e con un coppapasta tagliamo dei dischetti della grandezza desiderata. Imforniamo a 180° per 15 minuti circa, fino a quando prenderanno colore.

Una volta raffreddati possiamo adagiare la panna cotta sopra ai dischetti fissandola con un ciuffetto di maionese, facciamo lo stesso con la gelèe di pomodoro.

Lasciamo che si scongelino e serviamo.



Anche queste bontà sono tratte da Piccola pasticceria salata do Luca Montersino!!!!!


mercoledì 11 dicembre 2013

PICCOLE TATIN AL POMODORO

PICCOLE TARTE TATIN AL POMODORO



Per la brisèe:

250 g di farina
125 g di burro
80 g di uova
5 g di zucchero
sale


Per i pomodori:

800 g di pomodori
50 g di zucchero di canna
60 g di burro
10 g di agar agar
5 g di sale

Per la ricotta:
250 g di ricotta misto pecora
sale e pepe

Iniziamo con la brisèe, lavoriamo il burro con la farina, uniamo quindi le uova, lo zucchero ed il sale.
Facciamo raffreddare bene in frigo e poi con un coppapasta tagliamo dei dischetti a misura degli stampini che useremo poi.

Sbollentiamo i pomodori, tagliamoli quindi a cubetti spremendoli dall'acqua di vegetazione, uniamo quindi zucchero e sale. Prendiamo un colino e cerchiamo di eliminare tutta l'acqua, uniamo quindi il burro fuso e l'agar agar,mettiamo negli stampini ed inforniamo a 180° per 5 minuti, a questo punto adagiamo sopra un dischetto di brisèe e cuociamo ancora fino a doratura. Sforniamo, lasciamo raffreddare.

Prepariamo la ricotta, passiamola al setaccio, uniamo sale e pepe e formiamo delle quenelle da adagiare sopra ad ogni piccola tatin.

Le latin possono essere congelate, la querelle di ricotta però è meglio aggiungerla all'ultimo!

Anche per questa ricetta ho preso spunto da Montersino, ho fatto qualche piccola modifica però,  perché avevo paura che risultasse troppo particolare per la quantità di zucchero presente, così l'ho diminuito ed il risultato è stato super lo stesso!!




domenica 1 dicembre 2013

COMPOSTA PERE E CIOCCOLATO PER I REGALI DI NATALE

Composta di pere e cioccolato al profumo di cannella



Eccoci Eccoci qua a pensare ai regalini per Natale, oggi vi ripropongo questa composta, è davvero adatta al freddo inverno e .... quel sapore di cannella mi fa pensare proprio al Natale.... se volete potete aggiungere anche un po' di zenzero candito.... è ancor più buona!!!

1,3 Kg di pere williams
300 g di zucchero
300 g di buon cioccolato fondente
cannella in polvere
zenzero candito .... se volete azzardare

Speliamo le pere e tagliamole a piccoli pezzi, mettiamoli in un tegame assieme allo zucchero e mettiamo sul fuoco, lasciamo bollire per mezz'ora circa e poi uniamo la cioccolata fondente a pezzi, lasciamo sul fuoco ancora un quarto d'ora circa, poi mettiamo nei vasi sterilizzati.

Questa composta (oltre ad essere squisita mangiata da sola .... ma non si può consumarla tutta così) è davvero ottima per farcire dei buoni frollini ... torte alla ricotta ... strudel ... provare per credere, io faccio un po' di vasetti ogni anno, e non rimangono mai!!!
Quest' anno ho deciso di regalarla a Natale, e se riuscirò farò dei bei biscottini di frolla a forma di cucchiaino per accompagnarla!



Con questo barattolino goloso vorrei partecipare a 





con questa ricetta partecipo al contest di Simona di Farinefioriefili.. 

mercoledì 13 novembre 2013

MINI PIADINE

Mini piadine speck ... stracchino e rucola



Buon pomeriggio ... ecco un'altra ricetta del buffet per il matrimonio, sempre di Montersino.
Dal libro "Piccola pasticceria salata"

150 g di farina per pane
30 g di strutto
60 g di latte 
5 g di lievito per torte salate
sale

100 g di speck o prosciutto crudo
150 g di stracchino
40 g di rucola

Prepariamo l'impasto per le piadine amalgamando bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere una bella pasta liscia ed omogenea. Lasciamola raffreddare bene in frigo.
Stendiamo la pasta dello spessore di 3 mm circa e ritagliamo dei dischetti e cuociamoli.

Mettiamo della pellicola sul piano da lavoro, facciamo uno strato di speck e spalmiamo lo stracchino, per ultima la rucola. A questo punto arrotoliamo stretto, avvolgiamo nella pellicola e mettiamo in congelatore oppure in frigorifero a solidificare. Tagliamo quindi delle rondelle che adageremo sopra ad ogni dischetto di piadina fermando con un ciuffetto di maionese. 

A piacere possiamo condire con un filo d'olio, sale e pepe.