venerdì 19 agosto 2011

CROSTATA BRULEE ALLE PESCHE

CROSTATA BRULEE ALLE PESCHE





Per la pasta frolla:

100 g di burro morbido
80 g di zucchero a velo
1 uovo
300 g di farina
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito in polvere
un po' di vaniglia
2 cucchiaini di scorza di limone grattuggiata

Montiamo bene il burro con lo zucchero, poi aggiungiamo l'uovo e quando sarà ben amalgamato aggiungiamo un po' alla volta la farina con il lievito ed infine gli aromi ed il pizzico di sale. Avvolgiamo nella pellicola e lasciamo raffreddare in frigo per un'oretta almeno.

Nel frattempo prepariamo il ripieno:

3 tuorli
130 g di zucchero
35 g di farina
200 g di panna fresca
3 pesche

Montiamo i tuorli con lo zucchero, quando sranno gonfi aggiungiamo la farina.
In un altro recipiente montiamo la panna fresca ed in seguito uniamo delicatamente i due composti.

Per la finitura:
qualche fettina di pescanoce
zucchero di canna
zuchero a velo
un apio di cucchiai di nocciole tostate e tritate

Componiamo quindi il dolce, imburriamo la tortiera e cospargiamola con le noccioline, stendiamo la pasta frolla e copriamo la tortiera.

Questo tipo di frolla è molto morbida quindi bisogmnerà fare attenzione, si romperà sicuramente ma basta stenderla bene con le dita direttamente nella tortiera. Facciamo quindi uno strato con le fettine di pesca e poi possiamo versare la crema.




A questo punto possiamo infornare a 200° per 45 minuti circa, poi spolverizziamo con lo zucchero di canna e rimettiamo in forno sotto il grill fino a quando lo zucchero si sarà sciolto ed avrà formato una bella crosticina croccante.
L'ideale sarebbe una volta fredda cospargerla di zucchero e far cramellare con il cannello (che io ho disgraziatamente rotto).


Le foto della torta tagliata purtroppo non sono venute molto bene perchè non c'era molta luce, comunque dovrebbero rndere l'idea, un guscio di friabile frolla che racchiude una dolce crema con le pesche!!!



E' buonissima servita fredda ma è molto buona anche tiepida!!!!!

Con questa crostata vorrei partecipare a:



1 commento: