lunedì 28 maggio 2012

Prima colazione con Montersino



Crostatine di mele con chibuste al miele di acacia







Per la frolla al mais:

80 g di burro morbido
100 g di farina 00
100 g di farina di mais fine tipo fioretto
50 g di zucchero
25 g di tuorli
10 g di acqua

Per la chibouste al miele:

45 g di latte intero
45 g di panna
50 g di miele di acacia
50 g di tuorli
10 g di amido di mais
6 g di colla di pesce
200 g di meringa italiana

Per il frangipane alle mandorle

50 g di farina di mandorle
50 g di burro
50 g di zucchero a velo
50 g di uova
25 g di farina 
vaniglia
2 g di rum
30 g di pinoli
50 g di uvetta
1 g di cannella in polvere
200 g di mele
70 g di confettura di albicocche



Prepariamo innanzitutto la frolla, amalgamiamo bene il burro morbido con lo zucchero, uniamo a filo le uova ed infine la farina, avvolgiamo nella pellicola e facciamo riposare in frigo.

Prepariamo quindi il frangipane: uniamo burro morbido, zucchero e vaniglia e montiamo nella planetaria, uniamo quindi la farina di mandorle e le uova l(eggermente sbattute) a filo, uniamo ora la farina ed infine la cannella assieme ai pinoli ed all'uvetta precedentemente ammollata. Teniamo da parte a temperatura ambiente.

Prepariamo la chibouste: mettiamo in un tegame la panna assieme al latte e portiamo ad ebollizzione, nel frattempo misceliamo i tuorli con il miele ed uniamo poi la maizena, misceliamo i due composti  portando di nuovo ad ebollizione facendo addensare, togliamo quindi dal fuoco ed uniamo la colla di pesce ammollata e strizzata. Prima che si raffreddi uniamo anche la meringa all'italiana.

Prendiamo la frolla e tiriamola dello spessore di 3 mm, rivestiamo gli stampini, facciamo un sottile strato di confettura, poi riempiamo fino a metà con il frangipane e ultimiamo con una fettina di mela, spolverizziamo con dello zucchero ed inforniamo a 180° per 18 minuti circa. Il tempo di cottura dipende dalla grandezza degli stampini, io ho usato quelli da muffin infatti ho messo mezza fettina dei mela.


Quando si saranno raffreddate decoriamo con la chibouste ben fredda, volendo si può fiammeggiare con il cannello e decorare con uvetta e pinoli.. . . . .buoooone .... davvero ottime non solo per la prima colazione!!!!






Con questi dolcetti vorrei partecipare ad un contest molto particolare, con il filo conduttore dell'eleganza ... direi che per me l'eleganza è qualcosa di innato nelle persone, non è essenzialmente legato ai vestiti ma essenzialmente al modo di essere e di comportarsi, direi comunque che è legato alla semplicità, le cose troppo "arzigogolate" credo che perdano eleganza! Questo però è solo il mio modo di vederla!


venerdì 25 maggio 2012

STIAMO LEGGERI



INVOLTINI DI PLATESSA SU CREMINA DI PISELLINI


Siccome ho appena finito di prepararli per cena ed ho già l'acquolina in bocca .... ho pensato di riproporveli





4 filetti di platessa
50 g di cous cous
una decina di olive taggiasche
1 carota
una piccola costa di sedano
un pezzetto di sedano rapa
1 albume
pangrattato
250 g di piselli fatti lessare
brodo vegetale

Prima di tutto cuciniamo il cous cous come da istruzioni, aggiungiamo quindi la carota ed il sedano-rapa grattuggiati, le olive ed il sedano tagliati a pezzetti molto piccoli ed una spruzzatina di paprika piccante, oltre al sale naturalmente.
Prendiamo i filetti di platessa, saliamoli ed aggiungiamoci sopra una pallina di cous cous ottenuta schiacciandone tra le mani un po' alla volta in modo da compattarlo, chiudiamo quindi fissando con uno stuzzicadenti, passiamoli in un bianco d'uovo appena sbattuto e poi nel pangrattato.

Mettiamoli quindi in una teglia ed inforniamo a 200° per un quarto d'ora circa; provando con una forchetta si capisce subito se sono cotti.
Nel frattempo prepariamo la passatina di piselli frullandoli con il minipimer assieme a del brodo vegetale, aggiungiamo quest'ultimo un po' alla volta fino ad arrivare alla consistenza desiderata, saliamo e pepiamo.
A questo punto possiamo impiattare, versiamo nei piatti un po' di crema di piselli, adagiamoci sopra la platessa, un filo d'olio ed una spruzzatina di pepe .... e ... pronti in tavola!!!





Con questo piattino vorrei partecipare a




martedì 22 maggio 2012

FINALMENTE!!!!!!!!


Finalmente è arrivato anche dalle nostre parti !!!!! Ho avuto l'onore di partecipare ad una lezione di pasticceria salata tenuta da Luca Montersino, ed ho avuto il piacere di gustare le prelibatezze preparate da lui!!!!!
Vi lascio alcune foto ... al più presto i proverò a preparare queste golosità!!!!
Baci baci ...












lunedì 14 maggio 2012

LAMPONI E BRIE




Eccomi di nuovo qui!!!!! Ultimamente direi che i miei post sono moooooolto diminuiti .... però i miei diavoletti crescono così in fretta che ho rallentato un po' per riuscire a godermeli un po' di più, altrimenti ogni attimo libero lo passerei a cucinare .... fotografare .... postare .... e non voglio che la mia bimba mi dica ancora che non ho tempo per giocare ogni tanto con lei!!! Per non parlare poi del diavoletto Valentino, molto molto diverso da com'era Anastasia alla sua età .... era vivace anche lei ma non certamente un terremoto come lui!!! Posso fare i lavori di casa e qualsiasi altra cosa solamente mentre lui dorme .... e per fortuna che è un dormiglione e di pomeriggio dorme quelle 3 orette, altrimenti sarei fregata del tutto!!!  
Oggi comunque vi offro questo piccolo stuzzichino da aperitivo 


BRIE ALLA PASTRA CON PANCETTA E SALSA DI LAMPONI

Stavo leggendo un romanzo che nulla aveva a che fare con la cucina, ma la protagonista che stava preparando una cena romantica ha preparato uno stuzzichino che mi ha attirato parecchio, così ho cercato di riprodurlo, e direi che l'esperimento è riuscito .... un accostamento particolarissimo, un dolce e salato che è piaciuto molto!




Per la salsa di lamponi:

110g di lamponi freschi
20 g di acqua
10 g di zucchero

Mettiamo tutto in un tegame e lasciamo sobbollire per alcuni minuti, fino a quando lo zucchero si sarà sciolto e la salina sarà diventata abbastanza densa.

Ci servirà inoltre:

120 g di formaggio brie
8 fette sottili di pancetta stesa

Tagliamo il formaggio a cubetti di circa 15 g l'uno ed avvolgiamoli nella pancetta, mettiamo sul gas una pentola antiaderente a facciamola scaldare bene, a questo punto facciamo grigliare i bocconcini che abbiamo preparato. 

Ora non ci resta che impiattare, mettiamo un cucchiaio di salsa di lamponi e adagiamo sopra i bocconcini caldi .... assaporiamo il tutto con un buon bicchiere di vino .... che ne dite ... può andare questo bocconcino?



Parteciperei volentieri a