lunedì 28 giugno 2010

PER STARE LEGGERI

POMODORI RIPIENI GRATINATI

..... antipasto ..... secondo ..... contorno ..... piatto unico .....
fate voi come credete!!!!

Una ricetta simile l'avevo vista l'anno scorso su un numero credo di Sale & Pepe, non la ricordo molto bene per cui sono andata un po' a caso in base agli ingredienti che avevo a disposizione, e cioè:

pomodori
zucchine
peperoni
melanzane
pane
provolone

Prima di tutto ho lavato e svuotato i pomodori, ho salato l'interno e li ho fatti riposare capovolti. Ho lavato ed affettato anche le melanzane, le ho salate e poi le ho lasciate riposare una mezz'ora perchè diano fuori l'acqua; dopodichè ho tagliato a piccoli pezzi tutta la verdura e l'ho fatta rosolare in padella. A questo punto ho preso 2 fette di pane in cassetta e ho tagliato a pezzetti anch'esso, poi l'ho fatto tostare ed ho tagliato a cubetti anche il formaggio e l'interno dei pomodori. L'ultimo passo è stato quello di amalgamare tutti gli ingredienti, aggiustare di sale e di pepe e quindi di riempire i pomodori. Non resta altro da fare che dare una spolverata di parmigiano grattuggiato e far rosolare in forno già caldo. Sono buoni serviti sia caldi che tiepidi ed è molto buono anche l'interno mangiato da solo!

venerdì 25 giugno 2010

PASTA PER BIGNE'




Un componente molto versatile per preparare sia dei dolcetti che dei piccoli finger food sfiziosi anche salati, per creare un ottimo dolcetto basta riempirli di panna montata e spolverizzarli di zucchero a velo o cospargerli di cioccolata fusa; mentre per un buon antipastino possiamo sbizzarrirci a riempirli con delle mousse di prosciutto o di pesce!

PASTA CHOUX

190 g di uova
110 g di acqua
100 g di burro
100 g di farina
sale

Portiamo a bollore l'acqua con il burro ed il sale, uniamo poi tutta la farina e lasciamo sul fuoco mescolando fino a quando il composto non rimarrà più attaccato alle pareti della casseruola, trasferiamo poi il composto nella planetaria e facciamolo raffreddare mescolando per un paio di minuti, uniamo poi un po' alla volta le uova.
Con una siringa modelliamo i bignè sulla placca del forno imburrata. Nel frattempo avremo scaldato il forno a 220°, inforniamo quindi per 18 minuti circa, qui bisogna andare un po' a occhio perchè dipende dal forno, comunque dovranno essere leggermente dorati.

mercoledì 23 giugno 2010

SPECK, BRIE E RUCOLA .....


TASCHE DI CARRE' DI MAIALE ALLO SPECK

Un abbinamento veramente goloso!!!! Il brie diventa cremoso e si abbina perfettamente al gusto dello speck e della rucola . . . e poi si fannoin un attimo!!!
Prendiamo delle fettine di CARRE' DI MAIALE abbastanza grosse e incidiamole in mezzo in modo da formare una tasca, saliamo e pepiamo e farciamo con qualche fettina di SPECK, un po' di BRIE ed infine un ciuffetto di RUCOLA, chiudiamo quindi con degli stuzzicadenti:


A questo punto mettiamo sul gas una casseruola con un filo di olio, quando sarà caldo adagiamo la carne, facciamo rosolare da entrambe i lati e poi sfumiamo con del vino bianco, terminiamo quindi la cottura, passerà un quarto d'ora circa. Possiamo quindi servire il nostro secondo.
Buona serata!!!!

martedì 22 giugno 2010

... PER I PIU' PICCINI ..... MA NON SOLO!!!!



BON BON AL GUSTO DI SACHER

Come al solito avevo abbondato un pochino troppo con le dosi e mi è avanzato un po' di QUESTO PAN DI SPAGNA al cacao, così dopo aver visto da "Muccasbronza" dei carinissimi dolcetti ho sfruttato ciò che avevo:
pan di spagna al cacao
la marmellata fatta con le albicocche del nostro albero
cioccolato fondente

L'esecuzione non potrebbe essere più semplice, basta sbriciolare molto bene il pan di spagna ed amalgamare alla marmellata, la quantità è relativa perchè dipende dalla consistenza della marmellata, comunque deve risultare un composto malleabile ma non troppo morbido, a questo punto facciamo delle palline e mettiamole in frigo in modo che si raffreddino bene.
Quando saranno fresche tiriamole fuori, facciamo un buchino (dove poi infileremo lo stuzzicadenti) versiamoci un po' di cioccolata fusa e inseriamo appunto lo stuzzicadenti, mettiamo ancora un attimo in frigo. Facciamo sciogliere un bel po' di cioccolata fondente, prendiamo i nostri dolcetti e uno alla volta tuffiamoli nella cioccolata, estraiamoli e facciamoli sgocciolare su una gratella. Quando si saranno asciugati decoriamoli secondo il nostro gusto ...... se non li magiamo prima


lunedì 21 giugno 2010

. . . PROFUMO DI CACAO . . .



Qualcuno preferisce il gusto del cacao? Allora ecco il pan di spagna giusto, soffice come quello classico ma arricchito dall'aroma inconfondibile del cacao.

PAN DI SPAGNA AL CACAO


250 g di uova
140 g di zucchero
100 g di farina
40 g di fecola di patate
40 g di cacao in polvere

Il procedimento è lo stesso del pan di spagna classico, nella planetaria montiamo molto bene le uova con lo zucchero, quando il composto sarà diventato spumoso, setacciamo la farina assieme alla fecola ed al cacao ed amalgamiamo delicatamente con movimenti dall'alto verso il basso, mettiamo nella tortiera e inforniamo in forno già caldo a 190° per 25 minuti circa, sempre valida la prova stecchino. Prima di farcire con la crema che preferiamo (secondo me è delizioso anche solo con la panna ben montata) lasciamo raffreddare su una gratella. A voi la scelta della crema .......

domenica 20 giugno 2010

UNA NUVOLETTA DI PANNA


Addolciamo un po' questa serata .... che non sembra proprio estiva! Ecco come ho utilizzato questa volta QUESTO PAN DI SPAGNA, avevo in casa della panna fresca e della frutta così .....

è nata questa dolce tortina, ho tagliato il pan di spagna e l'ho bagnato con acqua e rum, poi l'ho farcito con la panna montata leggermente zuccherata e ho cosparso con un misto di frutta di stagione tagliata a piccoli pezzi, l'ho coperto con il pan di spagna, ho bagnato con acqua e rum e decorato! Più veloce di così ....... ed era anche squisita!!!!!
Buona serata ......................

SOFFICE PAN DI SPAGNA

Ecco una ricettina veloce prima dell'inizio della partita, un pan di spagna dalla facile esecuzione da farcire con la crema che preferiamo.

PAN DI SPAGNA CLASSICO


250 g di uova
140 g di zucchero
140 g di farina
40 g di fecola di patate

Montiamo molto bene le uova con lo zucchero, il composto dovrà diventare chiaro e molto spumoso, setacciamo la farina assieme alla fecola ed amalgamiamo delicatamente con movimenti dall'alto verso il basso, mettiamo nella tortiera e inforniamo in forno già caldo a 190° per 25 minuti circa, sempre valida la prova stecchino. Quando togliamo dal forno lasciamo raffreddare e farciamo con la nostra crema preferita.

venerdì 18 giugno 2010

SUGHETTO VELOCE

PASSATA DI POMODORO VELOCE VELOCE

Non sono un'amante delle pietanze confezionate così anche quando mi serve una passata di pomodoro se riesco me la faccio, questo è un modo veramente veloce per un buon risultato, metto in una casseruola dei pomodorini con un filo di acqua e li metto sul gas coperti per alcuni minuti, quando la buccia si rompe spengo e lascio riposare un istante, dopodichè tolgo la buccia e taglio in piccoli pezzi, rimetto sul fuoco e lascio che si restringa, regolo di sale ed aggiungo qualche foglia di basilico, in mezz'oretta ecco pronto questo sughetto. Adesso potete condire una pasta, fare la parmigiana, riempire delle focaccine, fare delle pizzette ............

come ad esempio quelle che potete trovare QUI ......
.....

PIZZETTE MORBIDE E FILONCINO RIPIENO .... CHE PROFUMINO!!!!





PASTA LIEVITATA SALATA

250 g di farina
120 g di latte
5 g di lievito di birra disidratato
10 g di zucchero
60 g di uova
un cucchiaio di olio e.v.o.
sale

Mettiamo nell'impasatrice la farina e lo zucchero, mescoliamo e poi aggiungiamo il lievito ed il latte non freddo, impastiamo bene e poi aggiungiamo l'uovo, lasciamo andare per qualche minuto, fino a che l'impasto sarà omogeneo e bello lucido, a questo punto aggiungiamo l'olio ed un bel pizzico di sale, quando sarà assorbito anche l'olio lasciamo riposare coperto per una mezz'ora. Ora possiamo utilizzarlo come preferiamo, io ho fatto delle pizzette ed un filone ripieno di salsa di pomodoro, mozzarella e prosciutto, dopo averli preparati li ho lasciati lievitare fino al raddoppio e poi li ho infornati a 190° fino a quando erano dorati. Sono venuti molto buoni, appena croccanti fuori e mirbidi all'interno, ed inoltre sono rimasti buoni anche per pranzare in spiaggia il giorno dopo!!!
Ah! Dimenticavo, ho usato QUESTO sughetto di pomodorini


mercoledì 9 giugno 2010

TIRAMISU' alla FRAGOLA nel BICCHIERE




Buona pomeriggio!!!!! L'altro giorno, quando ho fatto il tiramisu' mi erano avanzate un po' di cosine: un po' di crema e anche qualche savoiardo e guardacaso avevo a disposizione anche delle fragole così . . . .
. . . . . sono nati questi bicchierini . . . e direi che sono anche spariti nel giro di poco, molto poco!!!

Le ricette dei vari componenti li ho già postati, comunque ci vuole:

la crema tiramisù che trovate qui
i savoiardi che trovate qui
la bagna alle fragole che trovate qui

La cremina che c'è sopra non è altro che fragole frullate, se sono buone non serve nemmeno aggiungere zucchero. Quindi non dobbiamo fare altro che bagnare i savoiardi e comporre i nostri bicchierini alternando biscotti e crema con qualche pezzo di fragola in mezzo!!!!
Provateli, ne vale la pena!!!





martedì 8 giugno 2010

UNA GOLOSA MERENDA PER I PIU' PICCINI . . .

. . . MA ANCHE PER I PIU' GRANDICELLI!!!

BISCOTTO GELATO ALLA BANANA

Anche questa arriva sempre da lui, Montersino nel libro "CROISSANT E BISCOTTI"; semplice e di effetto come tutte le sue ricette. Ecco cosa dobbiamo procurarci:

la pasta frolla alle arachidi (che trovate QUI)
80 g della crema pasticcera (che trovate QUI)
80 g di meringa all'italiana (che trovate QUI)
200 g di banane fatte in purea
150 g di panna montata

Prima di tutto, dopo aver preparato i biscotti, prepariamo la crema pasticcera come indicato, quando sarà fredda uniamo la purea di banane e poi delicatamente la meringa all'italiana, ora non ci resta che aggiungere la panna montata mescolando delicatamente dall'alto verso il basso. A questo punto io ho fatto così: ho messo in congelatore questa crema e quando iniziava ad essere abbastanza solida l'ho presa a cucchiaiate ed inserita tra i due biscotti. Questi deliziosi dolcetti possono sempre essere pronti in congelatore per una merenda sfiziosa ...... e non solo per i bambini!!!!!!


lunedì 7 giugno 2010

SAVOIARDI + CREMA TIRAMISU' .............



COSA NE USCIRA' DA QUESTO ACCOSTAMENTO?
UNO SQUISITO

TIRAMISU'
Preparate quindi una quarantina di
QUESTI SAVOIARDI e
circa 600g DI QUESTA CREMA TIRAMISU'
1 MOKA DI BUON CAFFE'


Quindi, bagnamo i savoiardi nel caffè e poi componiamo il dolce facendo uno strato di biscotti ed uno di crema e continuando così fino a quando avremo riempito il contenitore che abbiamo scelto . . . una spolverata di cacao e ............. all'attacco!!!!!!
E' un dolce dei più classici, visto e rivisto ma è sempre di una bontà unica, forse è il dolce che preferisco, così cremoso (perchè io abbondo sempre nella crema) che non smetterei mai di mangiarlo!!!!! Questa sì che è una vera coccola!!!!!




. . . SOFFICE . . . GOLOSA . . . CREMA TIRAMISU' . . .


LA CREMA TIRAMISU'

. . . direi che un cucchiaino tira l'altro . . . se non mi sbrigo a fare il tiramisù non ne avrò abbastanza!!!!!!!

INGREDIENTI:

270 g di BASE PASTORIZZATA (che trovate QUI)
240 g di mascarpone
240 g di panna montata

Dopo aver preparato la BASE PASTORIZZATA come indicato uniamo prima il mascarpone (io lo aggiungo direttamente nella planetaria) e poi amalgamando delicatamente anche la panna montata ...... se non la mangiate tutta prima potete fare un buon tiramisù!!!!

venerdì 4 giugno 2010

. . . FRITTATINA?



Buona e dal sapore estremamente estivo . . .
FRITTATA AL PESTO CON POMODORINI E FETA

Ecco come ho fatto: in un contenitore ho sbattuto
3 UOVA + 1 ALBUME
ho aggiunto un pizzico di sale e poi ho aggiunto
1 CUCCHIAIO DI PESTO ALLA GENOVESE
A questo punto ho oliato una pentola antiaderente ed ho versato il mio composto, l'ho coperta e poi ho lasciato sul fuoco, nel frattempo ho tagliato a piccoli pezzi
100 g DI POMODORINI
e
50 g DI FORMAGGIO GRECO FETA
e li ho amalgamati bene aggiustando, se necessario, di sale e pepe.
Quando la frittata si è ben solidificata ed è quindi cotta, senza girarla l'ho messa sul piatto da portata ed ho subito versato sopra i pomodorini con il feta così con il calore il formaggio si è ben ammorbidito.
Tutto pronto per essere servito ....