venerdì 30 aprile 2010

. . . BARCHETTE . . .



Buon giorno ragazzi, sarà la primavera, sarà il caldo oppure chi lo sa, ma in questi giorni sono stata assalita dalla voglia di fare ....... un bel niente!!!!!! Comunque una piccola idea da presentare alle prime grigliate di primavera ve la lascio. Qui davvero non servono ricette, basta fare una buona polenta metterla in uno stampo e farla raffreddare; tagliamola a triangolini, mettiamoci sopra un piccolo pezzo di formaggio morbido (io ho usato il brie) e facciamo una vela con mezza fetta di speck, mettiamo quindi in forno per qualche minuto così il formaggio si scioglie un po' e lo speck diventa un po' croccante e serviamo! Buon fine settimana a tutti!!!

martedì 27 aprile 2010

PICCOLI . . . MORBIDI . . . FINGER FOOD





PANINETTI DI BRIOCHES DOLCESALE





Ecco un'altra idea per utilizzare la mitica brioches dolcesale, un ottimo spuntino da mangiare magari davanti alla televisione, magari mentre guardiamo i mondiali di calcio ..... perchè scrivo questo? Eccovi la risposta, vorrei partecipare ad un altro Contest, quello organizzato da "la cucina di qb" : il panino con la coppa.

Quindi ci servirà: la brioches dolcesale (che trovate qui)
la crema pasticcera salata (che trovate qui)
della carne macinata
pomodori tagliati a fette
foglie di lattuga
sottilette

Si tratta quindi di paninetti ripieni di mini-hamburger fatti stendendo la carne macinata con un matterello e tagliandole della grandezza desiderata con dei tagliabiscotti tondi, quindi dopo aver sfornato i paninetti dobbiamo tagliarli a metà, adagiarvi sopra mezza fetta di sottiletta per parte e metterli di nuovo in forno per alcuni minuti. Nel frattempo facciamo cuocere gli hamburger ed affettiamo i pomodori, tiriamo fuori dal forno e finiamo di farcire adagiandovi sopra la carne, una fetta di pomodoro ed una di lattuga, a questo punto prima di chiudere il panino mettiamoci anche un cucchiaino di crema pasticcera salata, se vogliamo possiamo rimetterli un attimo nel forno prima di gustarli, risulteranno fragranti fuori e morbidi dentro, e non vi dico il profumo!!!!
Se non abbiamo tempo possiamo semplicemente farcirli con la crema pasticcera e l'affettato che preferiamo.

lunedì 26 aprile 2010

LA CREMA PASTICCERA . . . SALATA PERO' !!!!!



Bella da vedere, invitante ed anche buona e profumata, ecco una crema particolare ed adatta a farcire piccoli panini o come accompagnamento ad antipasti, verdure o secondi piatti come ad esempio un bel piatto di asparagi cotti a vapore. Ecco come prepararla, con questi pochi e semplici ingredienti:
120 g di tuorli
500 g di latte
40 g di maizena
80 g di pecorino grattuggiato (o parmigiano)
sale
pepe
noce moscata (a piacimento)

Montimo bene i tuorli con il sale, aggiungiamo poi la maizena, mettiamo sul fuoco il latte e quando inizia a bollire versiamoci sopra il composto di tuorli, poi il parmigiano, il pepe e la noce moscata, mescoliamo con una frusta (regoliamo di sale) e quando la crema inizia a bollire (si sarà quindi già addensata) togliamo dal fuoco e facciamo raffreddare rapidamente.


Ahhh! Dimenticavo, con questo post vorrei partecipare al 1° GIVEWAY DI ZUCCHERO&SALE!


mercoledì 21 aprile 2010

SFOGLIA? . . . SI', FINTA PERO'!!!!



Un 'altra chicca presa da "Profumo di lievito", è già da tanto tempo che dico di provare a fare la pasta sfoglia, però non mi sono mai decisa, così quando ho visto questa non ho avuto esitazioni . . . ed avevo ragione, veramente una ricettina d'oro! Guardate il risultato in versione dolce ed in versione salata!!!!!

.... ed è anche molto semplice da preparare!!! Ecco cosa ci serve:

250 g di farina 00
150 g di burro morbido
250 g di formaggio spalmabile
2 bei pizzichi di sale

Il procedimento non potrebbe essere più veloce, dobbiamo amalgamare tutto fino ad ottenere una moltitudine di briciole, più o meno così:

A questo punto dobbiamo avvolgere le nostre "briciole" nella carta pellicola e cercando di compattarle un pochino dobbiamo formare un rettangolo spesso 1 cm circa con un lato lungo il doppio dell'altro.

Mettiamo in frigo fino al giorno dopo.
Passato questo tempo tiriamo fuori dal frigo, tiriamo la pasta allungandola dal lato più lungo, pieghiamola quindi in tre in questo modo:

Dobbiamo ripetere quindi questo procedimento 3 volte, a questo punto la pasta sarà più omogenea e possiamo fare ciò che più ci aggrada. In teoria è più adatta a fare delle preparazioni salate, io ho provato anche a fare i sombreri (nella prima foto) e secondo me sono venuti buoni anche se sono dolci!

martedì 20 aprile 2010

LEGGERO SI' . . . MA CON GUSTO



INSALATINA DI SPINACINI CON ASPARAGI E GRANA

Vogliamo mangiare leggero ma non rinunciare a soddisfarci un pochino? Secondo me questo piattino potrebbere essere giusto! E' un insieme di sapori primaverili, leggeri ma gustosi. Ecco da cosa è composto:
spinacini fereschi (quelli piccolini da mangiare crudi)
asparagi
pomodorini
uova di quaglia
speck
scaglie di grana

..... laviamo gli spinacini , i pomodorini e puliamo anche gli asparagi, in una casseruola mettiamo i pomodorini con un cucchiaio di acqua, copriamo, mettiamo sul gas per un paio di minuti e poi spegnamo. Dopo qualche minuto speliamo i pomodorini e riaccendiamo, sfumiamo con un po' di aceto balsamico e lasciamoli coperti. Cuociamo gli asparagi che non dovranno essere troppo cotti, meglio se sono un po' croccanti, facciamo dei gruppetti da 3 (se sono grossi anche 2 o 1) ed avvolgiamoli in una fetta di speck, facciamoli un po' "abbrustolire" in una padella antiaderente. Lessiamo anche le uova di quaglia. A questo punto abbiamo tutto pronto per comporre il piatto: condiamo glia spinacini e mettiamoli in piatti fondi o in delle piccole terrine larghe, aggiungiamo poi disponendo come più ci piace anche il resto degli ingredienti.
Non ho messo nessuna quantità perchè dipende dal momento in cui si vuole presentare il piatto, come antipasto oppure come secondo o anche come piatto unico! Non vi resta che provare!!!!!

lunedì 19 aprile 2010

. . . ANCHE SE ORMAI SON VOLATE VIA . . .


. . . ecco le mie COLOMBE . . .







Veramente non sono proprio mie, perchè la ricetta è quella di "Profumo di lievito" con qualche piccolissimissima variazione, ma prima di sperimentare qualche ricetta ideata da me bisogna pur fare un po' di esperienza!!!!!
Ecco quindi cosa ci serve:

1100 g di farina forte
420 g di acqua
400 g di zucchero
400 g di burro
15 g di lievito di birra
20 g di latte in polvere
130 g di miele
8 uova + 2 tuorli
12 g di sale
50 g di cioccolato bianco
25 g di latte
la buccia di 1 arancia e di 1 limone
300 g di canditi o di uvetta o di gocce di cioccolato

Il giorno prima dobbiamo preparare le basi, a metà giornata prepareremo la biga impastando il meno possibile: 150 g di farina con 1,5 g di lievito e 70 g di acqua mettiamo a riposare in un ambiente attorno ai 18°. Alle ore 20 invece prepariamo il poolish che metteremo in frigo a 5° circa, misceliamo: 75 g di farina con 150 g di acqua, 5 g di lievito e la buccia grattuggiata di mezza arancia.


La mattina del giorno dopo tireremo fuori dal frigo il poolish; in una ciotola sciogliamo 8 g di lievito in 30 g di acqua tiepida con 30 g di farina e lasciamo fermo mezz'ora; uniamo poi 200 g di acqua, 200 di farina e 150 g di zucchero ed impastiamo lentamente, aggiungiamo poi il poolish con 100 g di farina ed in seguito la biga, lasciamo incordare. Poi è il turno di 4 tuorli, 1 uovo, 150 g di zucchero e 320 g di farina, facendo in questo modo: 1 tuorlo, 50 g di zucchero e un pizzico di farina, e così via, non aggiungere il tuorlo successivo se non è assorbito bene il precedente. Uniamo quindi 300 g di burro morbido e facciamo incordare bene. Lasciamo riposare in ambiente caldo fino a quando sarà triplicato.




Quando sarà lievitato, se avete fatto il primo impasto la mattina presto saranno più o meno le 13,
sciogliamo a bagnomaria il cioccolato bianco assieme al latte ed al sale ed emulsioniamo. Prendiamo la pasta rimettiamola nell'impastatrice, avviamola a bassa velocità e quando sarà incordata riprendiamo con i restanti tuorli, zucchero assieme alle bucce grattuggiate, miele e farina come descritto in precedenza, poi l'emulsione e per finire il burro che ci era rimasto; per ultimi i canditi leggermente infarinati o ciò che preferite. Io le ho provate con la cioccolata o con canditi ed uvetta assieme . . . ottime entrambi!!! Adesso dobbiamo lasciare riposare 1 ora.


Passata 1 ora dividiamo e mettiamo negli stampi, con questa quantità ne ho fatte 4 usando gli stampi da 750 g, mettiamo a lievitare fino a quando raggiungono il bordo, dipende dalla temperatura dell'ambiente, la prima volta che le ho fatte erano in un ambiente molto caldo e le ho fatte cuocere la sera stessa, la seconda volta le ho messe negli stampi alle ore 16:30 circa e le ho lasciate in un luogo non molto caldo, (credo attorno ai 18°) fino alla 8 della mattina successiva.




Nel frattempo prepariamo la glassa miscelando 210g di albumi, 230g di farina, 300 di zucchero, 1 cucchiaio di cacao, 30g di maizena e 30g di farina di riso, spennelliamo molto delicatamente prima di infornare e decoriamo se vogliamo con zucchero in granella e mandorle a lamelle.



Inforniamo a 180° per 40 minuti circa . . . prova stecchino, prima di estrarle dal forno lasciamo che si raffreddino un attimo!





martedì 13 aprile 2010

SEMIFREDDO ALLA BANANA NEL BISCOTTO


Ecco oggi con una merenda golosa per i più piccini . . . ma anche per i più grandini!!!!!!
Un goloso biscotto al cioccolato e arachidi che racchiude un fresco semifreddo alla banana. Ecco cosa ci serve:

la PASTA FROLLA ALLE ARACHIDI che trovate QUI
150 g DI MERINGA ALL'ITALIANA che trovate QUI
15o g di CREMA PASTICCERA che trovate QUI
400 g di BANANE IN PUREA
300 g di PANNA MONTATA

Prima di tutto prepariamo la pasta frolla come indicato nella ricetta e poi procediamo con il semifreddo preparando prima di tutto la crema pasticcera, seguendo le indicazioni della ricetta, e amalgamiamola alla purea di banane, poi uniamo la meringa all'italiana amalgamando delicatamente e per ultima la panna montata.
A questo punto non ci resta altro da fare che metterne un po' sui biscotti, metterli in congelatore e quando si saranno un po' induriti richiuderli con un altro biscotto, rimettiamo in congelatore e quando ne avremo voglia dobbiamo solo tirarne fuori uno, lasciare che si scaldi qualche minuto . . . e . . . gnam!!!! Anche questa l'ho tratta da CROISSANT E BISCOTTI, anche se ho leggermente modificato qualche procedimento.
BUONA MERENDA!!!!!!!

lunedì 12 aprile 2010

LA MERINGA ALL'ITALIANA



Come per le creme a freddo ci serve la base pastorizzata, per i semifreddi e le bavaresi ci serve la meringa all'italiana, la differenza sostanziale tra le due è che mentre nella prima si utilizzano i tuorli, nella seconda si utilizzano gli albumi, ma il procedimento è praticamente lo stesso.
Facciamo scaldare sul gas:
150 g di acqua 100 g di destrosio 550 g di zucchero

quando arriviamo a 120° avviamo la planetaria dove avremo già preparato 330 g di ALBUMI e versiamo sopra lo zucchero bollente, lasciamo montare fino a quando si saranno raffreddati, in questo modo pastorizziamo gli albumi e possiamo conservarli in frigo ben coperti per alcuni giorni. Con queste quantità abbiamo 900 g di meringa all'italiana.

venerdì 9 aprile 2010

PASTA FROLLA ALLE ARACHIDI




Eccoci oggi con dei biscottini un po' particolari ma davvero golosi, la presenza della farina di riso dà loro una fragranza irresistibile. Anche per questa ricetta ho preso spunto dal libro "CROISSANT E BISCOTTI".

INGREDIENTI:
230 g di farina di riso
70 g di arachidi salate tritate
20 g di fiocchi d'avena
80 g di zucchero di canna
150 g di burro morbido
60 g di zucchero semolato
25 g di panna

Lavoriamo il burro con lo zucchero di canna e quello normale, uniamo poi la panna e le arachidi; per ultimi la farina di riso ed i fiocchi d'avena. Avvolgiamo nella pellicola e facciamo riposare in frigo per 1 ora circa. Trascorso tale tempo possiamo tirare la pasta e con il coppapasta che preferiamo formare i nostri biscotti. Mettimo in forno già caldo a 170° per circa 15 minuti. Sforniamo e lasciamo raffreddare.

giovedì 8 aprile 2010

LA TORTA PER IL COMPLEANNO DEL MIO ANGIOLETTO



Eccomi pronta a partecipare ad un altro Contest, questo proposto da "Al cibo commestibile", questa è la torta di compleanno che preferisco, era veramente buona e mi sono divertita a prepararla, ho disegnato io lo "stampo" su un foglio ispirandomi a disegna visti su internet, l'ho ritagliato, l'ho appoggiato sulla torta e l'ho tagliata meglio che potevo seguendo il disegno. Comunque la base è fatta da un composto al cioccolato e pere, farcita da una crema allo zabajone (con la versione di panna e nutella per i più piccoli). Ecco la

TORTA MINNIE CIOCCOLATO E PERE

Prepariamo ciò che ci serve:
7 pere
200 g di burro
200 g di zucchero
150 g di farina
350 g di cioccolata fondente
12 uova
1 bustina di lievito
un pizzico di sale

350 g di panna da montare
350 g di zabajone

acqua
rum

Facciamo sciogliere a bagnomaria o nel microonde la cioccolata, nel frattempo mettiamo il burro e lo zucchero in una capiente ciotola e montiamo fino ad ottenere una crema morbida e cremosa, aggiungiamo a questo punto i tuorli e quando anch'essi si saranno amalgamati aggiungiamo la cioccolata fusa e le pere tagliate a pezzetti. In un altra ciotola montiamo a neve ben ferma glia albumi con un pizzico di sale. A questo punto amalgamando delicatamente uniamo un po' di albumi alla volta, alternandoli con la la farina setacciata con il lievito, al composto al cioccolato; mettiamo nella tortiera imburrata ed infarinata e inforniamo in forno preriscaldato a 180° per 1 ora circa, sarà molto utile la prova stecchino!
Prepariamo quindi la CREMA ALLO ZABAJONE che è spiegata QUI, ed amalgamiamola a della panna precedentemente montata, le proporzioni qui sono un po' relative, dipende da quanto forte si vuole il sapore dello zabajone, in genere io consiglio la stessa quantità di uno e dell'altra, cioè, se ho 250g di zabajone lo amalgamo a 250g di panna montata.
Tagliamo a metà la nostra torta e bagnamola con una bagna preparata con ugual quantità di acqua e rum, distribuiamo la nostra crema allo zabajone e dopo aver bagnato anche l'altra parte di torta copriamola. A questo punto possiamo ricoprirla di cioccolata fusa oppure come ho fatto io coprirla con della panna montata colorata, il colore nero non l'ho trovato così ho fatto il corpo di Minnie marrone colorando la panna con il cacao.
Quindi ecco la mia torta per questo contest:


mercoledì 7 aprile 2010

OVETTE COLORATE

Questa bella idea l'ha vista mia sorella in televisione e l'ha proposta per il pranzo di Pasqua, un effetto ed un sapore davvero unici, seppur semplici e veloci da preparare. Basta far cuocere le uova di quaglia per due minuti, raffreddarli subito e spelarli, poi metterli a bagno e far bollire ancora qualche minuto nelle tre diverse casseruole dove abbiamo preparato:
  • un bel pugno di spinaci con un filo d'acqua
  • 2 barbabietole tagliate a spicchi con un bicchiere d'acqua
  • 250 ml di acqua con una bustina di zafferano
Una volta trascorsi i due minuti possiamo lasciarli a bagno anche tutta una notte così prendono bene anche il sapore. Buon pomeriggio!!!!!

martedì 6 aprile 2010

CREMINA DI ZUCCHINE CON OVETTI DI QUAGLIA


Un primo leggero per un menù importante come quello di Pasqua oppure per alleggerirsi dopo le mangiate di cioccolata e tutte le altre golosità presenti sulle nostre tavole in quest giorni.


Ho visto questa zuppetta su Sale & Pepe ed ho deciso di riproporla con qualche piccola modifica, gli ingredienti sono:
1 cippollotto
200 g di patate
600 g di zucchine
2 ravanelli
un paio di rametti di origano fresco
4 uova di quaglia
brodo vegetale q.b.
olio/sale/pepe
1 cucchiaio di aceto

Puliamo ed affettiamo finemente il cippollotto, facciamolo soffriggere in un filo d'olio e nel frattempo tagliamo le patate a cubetti, versiamo anche queste nella padella e facciamo rosolare un pochino, copriamo con del brodo vegetale e lasciamo per un quarto d'ora circa. Intanto laviamo le zucchine e affettiamole, trascorso il tempo indicato uniamo anche le zucchine tenendone da parte un poche per la decorazione e lasciamo sul fuoco ancora un quarto d'ora circa, ora frulliamo il tutto con il frullatore ad immersione, uniamo 1 rametto di origano o maggiorana e facciamo sobbollire ancora un attimo. Laviamo ed affettiamo finemente anche i ravanelli, mettiamo sul fuoco una padella d'acqua, uniamo il cucchiaio di aceto e gettiamo le zucchine rimaste ed i ravanelli per un minuto, scoliamo con una schiumarola, creiamo un vortice e rompiamoci in mezzo l'uovo cercando di tenere vicino con un cucchiaio l'albume, dopo 2 minuti scoliamo anche questi.
Componiamo il piatto versando in ogni piatto la zuppetta, un po' di zucchine e di ravanelli, l'ovetto in camicia un ciuffetto di origano, olio e pepe.
Buon appetito!

sabato 3 aprile 2010

BUONA PASQUA A TUTTI . . . CON LE COLOMBE . . . GLI OVETTI . . .E I PULCINI . . .






In questi giorni un po' frenetici per l'arrivo della Pasqua, tra una colomba ed una focaccia, non mi è rimasto molto tempo; comunque ho fatto e rifatto le colombe di "Profumo di lievito" e fino ad ora hanno avuto successo, vi lascio per ora solo la foto, la ricetta comunque potete trovarla appunto sul blog che ho appena citato.
BUONA PASQUA A TUTTI